Cerca
  • Una vita di stelle library

Come orsi a primavera, Cetty La Cagnina

Dall’autrice, blogger con circa 5000 followers attivi sulla pagina FB Old Back Years e presentatrice per La 1, La prima Social TV del programma Il Salotto.

Parliamo d’amore, dell’amore d’infanzia, in una infanzia alle volte sepolta dal grigiore dell’arida quotidianità, parliamo di una infanzia che si cresce e si forma e trova la giusta connotazione nell’età adulta.

Un romanzo di affetti, permeato di buono. Sentimenti sinceri, situazioni vessatorie che si dipanano nel nulla, cassetti che si chiudono nello spazio della vita, con facilità, con moderatezza, con gusto. Banditi i quadri dunque crudeli e di efferata violenza, ritorniamo alla cultura del bello, del buono, indiscutibile e indiscutibilmente vittorioso. Un bello, audace e giusto che vince che scopre e ritrova che vaga errabondo ma per incredibile saggezza narrativa risolve i suoi turbamenti e riscopre l’amore per sé stesso e per la coppia. Un romanzo che ama, ama i personaggi, ama i lieto fine, ama le relazioni buone e risolutive che pongono un the end sempre e comunque e alla fine vissero tutti felici e contenti.

Perché abbiamo necessità spasmodica di questo, come di una vitamina che manchi nella dieta armonica della vita. La vitamina della speranza, dell’armonia, della dolcezza. Di pensare all’amore, che sia quello giusto e per sempre. La letteratura può e deve donare il sogno. La scrittura deve e può creare l’imago, l’immaginifico, il miracoloso. Bandiamo questi tempi perversi che non curano il bel pensiero, ma fagocitano fatti, sangue, e paura al ritmo di un telegiornale, al sound di uno sparo o di un urlo. Qui, in questo romanzo, leggerete forse di urla, ma sono di gioia, perché questo l’uomo di indole buona, desidera, riflettere e pensare il buono.



7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti